Il GAL Valle d’Aosta ha riconosciuto al Comune di Oyace un contributo pari a € 83.623,68, nell’ambito del bando relativo alla sottomisura 7.6, per il restauro del Ponte monumentale della Betenda.

L’intervento prevede la riqualificazione e l’ammodernamento sia del ponte che dei percorsi di accesso, per garantire la visita e la fruizione ottimale della struttura. Il ponte fa parte di un polo di attrazione turistica basato su un’area di interesse culturale più ampia, che comprende anche la Torre della Tornalla, già oggetto in passato di un intervento di recupero e restituzione all’uso turistico. La gola in cui è collocato il ponte è infatti facilmente raggiungibile dall’area della Tornalla attraverso un breve sentiero.

La realizzazione del progetto avrò un impatto socioeconomico rilevante, in quanto permetterà di rafforzare e ampliare l’attuale offerta culturale centrata sulla Torre della Tornalla, creando un’area archeologica ricca e diversificata anche dal punto di vista paesaggistico e naturale. In quanto elemento centrale di alcune leggende locali, il ponte si presta poi all’organizzazione di ricostruzioni storiche e teatralizzazioni per animare le visite turistiche nel sito.

Inoltre, il Ponte della Betenda rappresenta un passaggio obbligato del “Tor des Géants”, che resta impresso nella memoria dei partecipanti per la sua particolarità paesaggistica. Il ponte necessita quindi di restauro anche al fine di rendere la sua percorrenza più sicura possibile in tutti i contesti di utilizzo.

I principali interventi previsti riguardano la sistemazione dell’area, la pulitura della pietra e il consolidamento delle mura, oltre alla rimozione e sostituzione delle ringhiere esistenti. Una preventiva analisi archeologica della struttura consentirà inoltre di operare nel rispetto dell’architettura storica del ponte e di realizzare pannelli didattici per fornire informazioni ai visitatori.

I sentieri di accesso al ponte