L’iniziativa si chiama F.A. VD’A, ovvero “Filiera agricola valdostana” ed è uno dei progetti approvati nell’estate 2019 dal GAL Valle d’Aosta e finanziati dal Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 nell’ambito del bando 16.4.1 – Cooperazione di filiera per la creazione e sviluppo di filiere corte e dei mercati locali.

L’idea nasce da 5 aziende che si sono poste come obiettivo la creazione e lo sviluppo di una filiera agroalimentare con prodotti valdostani di alta qualità per favorire e ampliare il dialogo tra i produttori e i settori turistico e commerciale.

Tra le azioni messe in campo, interessante il progetto di filiera corta verticale che al momento ha coinvolto, come area pilota, le strutture ricettive del comune di Cogne. Grazie a questo accordo, vengono loro forniti su ordinazione i prodotti agroalimentari delle aziende della rete, favorendo così la diffusione e la conoscenza delle produzioni eccellenti del territorio.

Per quanto riguarda invece la creazione di filiere corte orizzontali, la rete sta lavorando all’organizzazione di due marchés agricoles, dove sarà possibile per il grande pubblico acquistare direttamente dai produttori.

Assieme all’azienda agricola Au Potager de Grand-Mère di Mattia Nicoletta con produzioni orticole, frutticole e allevamento di ovaiole si sono unite nella filiera l’azienda agricola biologica di Erik Tognan che produce mele e derivati, patate, noci, l’azienda agricola apistica Sergio Giovannoni – Ambiente Grumei, che produce miele, piccoli frutti, erbe officinali, ortaggi e loro derivati, l’azienda zootecnica La Borettaz S.S., che produce latte, carne e i loro derivati e l’azienda artigianale C’era una volta di Favre Wanda che produce prodotti da forno, in particolare biscotti.

Grazie al finanziamento di € 50.307,00, F.A. VD’A, nei prossimi mesi, porterà avanti altre azioni progettuali importanti come la creazione di un marchio e l’avvio di un dialogo con le amministrazioni comunali al fine di coinvolgere nella distribuzione dei prodotti anche le mense scolastiche per promuovere la genuinità dei prodotti Made in Vda anche nelle scuole.

fa vdafa vda